Se Tir e Pullman devono fruire del bypass attraverso l’autostrada per Messina, che almeno non paghino il pedaggio! Ci voleva la voce del Movimento “Noi con Salvini” per far giungere una richiesta immediata e perentoria a chi sta gestendo quest’ennesima emergenza stradale, la più grande degli ultimi anni… I “padani pentiti” danno una prova di quel senso pratico che li ha portati a vari successi “al nord”…

Francesco Vozza, referente del Movimento per Palermo e Provincia, è intervenuto, infatti, sul caso del crollo del viadotto autostradale della Palermo – Catania, lanciando una proposta, funzionale quanto l’uovo di Colombo, in favore degli autotrasportatori che svolgono una funzione nevralgica e insostituibile, già oppressi dai prezzi del gasolio che non prevede sconti per loro.

“L’interruzione dell’autostrada per via del crollo di un viadotto – afferma Vozza in un comunicato –  sta causando dei disagi grossissimi non soltanto ai semplici cittadini, ma anche a tutte quelle imprese commerciali che si occupano di trasporti. Infatti camion e pullman, che devono dirigersi da Palermo a Catania, per chi sa quanti mesi saranno costretti a percorrere l’autostrada in direzione di Messina per poi raggiungere Catania. Ciò comporta non solo un maggior consumo di carburante ma anche il pagamento del pedaggio autostradale. A questo punto proponiamo l’immediata sospensione del pagamento del pedaggio per i veicoli commerciali e i pullman turistici che devono recarsi a Catania partendo da Palermo e viceversa; la sospensione – conclude Vozza – verrà attuata finché i nostri amministratori non permetteranno la riapertura dell’autostrada”.

C’è qualcuno fra i tanti – come notiamo dal nostro staff – che comprende come gli aspetti della vita delle imprese, del commercio, legato al grave problema dei trasporti, sia l’elemento fondamentale rispetto al resto della vita sociale (che pure non va dimenticato), ma questo ragionamento va esteso ad altri problemi come quello dell’energia, che serve più alle imprese che alle case e dei rifiuti per cui valgono similari riflessioni…